Conte lancia un attacco furioso contro Macron: ” Hai torto pensa alla Francia.”

Il primo ministro italiano Giuseppe Conte ha lanciato un attacco furioso contro Emmanuel Macron dopo che il presidente francese ha affermato che c’è una crisi politica in corso tra l’Italia e il resto dell’Europa per quanto riguarda la questione dei migranti.

Il presidente francese si riferiva alla dura linea presa dal governo populista italiano sull’immigrazione clandestina e al rifiuto delle navi di soccorso che raccolgono migranti bloccati nel Mediterraneo.

L’ultima nave di salvataggio in questione è l’Aquarius 2, che la scorsa settimana ha catturato 58 migranti, tra cui 16 bambini, ma è rimasto bloccato in mare per diversi giorni mentre i negoziati su dove poteva attraccare continuavano.

È stato raggiunto un accordo che vedrà la nave militare maltese raggiungere l’Acquarius in acque internazionali, trasportare a bordo migranti e portarli a Malta.

I migranti saranno immediatamente ridistribuiti in altri quattro paesi dell’UE: 18 in Francia, 15 in Germania, 15 in Spagna e 10 in Portogallo.

Italia, Malta e Tunisia si erano tutti rifiutati di accogliere i migranti, con le autorità italiane che ordinavano alla nave di consegnare i migranti alla guardia costiera libica.

Ma SOS Méditerranée e Medici senza frontiere, le due organizzazioni che gestiscono l’Acquarius, hanno respinto questa richiesta con la motivazione che le condizioni in Libia non sono sicure.

Da quando il governo italiano della coalizione ha preso il potere a giugno, ha chiuso tutti i porti del paese a tutte le navi che trasportavano migranti – anche le navi da guardia costiera italiane.

Dopo il suo discorso a New York, ieri, Emmanuel Macron ha affermato che l’ultima linea dura italiana sull’accettazione dei migranti nel paese è la causa stessa della crisi politica tra l’Italia e il resto dell’Europa.

Ha detto: “C’è una crisi politica tra l’Italia e il resto dell’Europa, l’Italia ha scelto di non seguire le leggi internazionali e in particolare le leggi umanitarie del mare, secondo le quali, quando una nave è in una situazione critica, va al porto più vicino.”

Ma il signor Conte, anche lui presente all’Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York, ha risposto con un furioso diniego delle sue affermazioni della controparte francese, affermando che Macron non rappresenta le opinioni dell’intera UE.

Ha detto: “Una crisi tra l’Italia e l’UE? Tu hai torto. Negli ultimi 5 anni 588 mila sbarchi, decine di migliaia di persone salvate quì in Italia, abbiamo la coscienza apposto quindi l’Italia non è contro l’Europa, l’Italia ha fatto del suo, c’è stato riconosciuto in sedi istituzionali più volte che l’Italia ha salvato l’onore dell’Europa, quindi lascio all’amico Macron la libertà di opinione ma delle volte quando si esprime un opinione si sbaglia anche.

La Francia ha ripetutamente sostenuto che i suoi porti non sono né i più sicuri né i più vicini in risposta alle richieste di soccorso da parte delle navi dei migranti bloccate al largo della costa ostile della Libia.

Il portavoce del partito socialista Boris Vallaud ha dichiarato al canale di notizie francese BFMTV: “Non puoi chiudere le porte al pronto soccorso quando arriva qualcuno sulla soglia della morte.”

Non possiamo ripetere lo stesso scenario ancora e ancora, quello di un governo disilluso che guarda lontano mentre la crisi dei migranti peggiora“.

Lunedì il governo italiano ha adottato un decreto sulla sicurezza che renderà più semplice espellere i migranti e privarli della cittadinanza italiana.
Il nuovo disegno di legge è “un passo avanti per rendere l’Italia più sicura“, ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini su Facebook, aggiungendo che avrebbe aiutato l’Italia “a essere più forte nella lotta alla mafia e ai trafficanti“.

leggiquesta